La ginnastica correttiva: quale significato nella medicina moderna?

La ginnastica correttiva: quale significato nella medicina moderna?

La definizione “ginnastica correttiva” è stata osteggiata, in un  passato ancora recente, dalla scienza medica  fino a cadere in disuso, in quanto ritenuta inesatta, quasi ingannevole o per lo meno pretenziosa nella sua ambizione di voler correggere una deformità di tipo strutturale ed evolutivo come spesso è la scoliosi. La convinzione diffusa è che la scoliosi abbia ben poche possibilità di miglioramento e che un arresto della sua evoluzione sia già un buon risultato. Effettivamente fino a poco tempo fa non esistevano in letteratura prove che la ginnastica potesse in qualche misura contribuire alla terapia della malattia e la stessa esperienza pratica non mostrava risultati più incoraggianti.

Il senso della ginnastica però è molto cambiato negli ultimi anni e così pure la tecnica esecutiva. L’obiettivo è riprogrammare il sistema posturale in carico fisiologico, rieducando la capacità di utilizzare i riflessi posturali, in un contesto di autocorrezione, che il sistema sembra avere perso. La tecnica esecutiva prevede quindi esercizi che mirano a far reagire il paziente alla forza di gravità (concetto che spesso non era presente in passato) con difficoltà crescenti sul piano della stabilità e dell’equilibrio. Tutto ciò porta ad una riduzione della curve, spesso anche significativa.

In questo senso il termine “correttivo” riconquista una dignità ed un diritto di cittadinanza nella pratica terapeutica delle deviazioni del rachide. Nella mia personale esperienza in questo campo, ormai ventennale, ho potuto verificare importanti miglioramenti, anche di 20-30° in pazienti che erano stati da subito considerati come candidati all’intervento chirurgico. Importantissima a mio parere si rivela la compliance del paziente, soprattutto in termini di costanza nel esercizio ma anche di interiorizzazione delle capacità autocorrettive acquisite col tempo. Ultimamente in letteratura medica si riportano sempre più spesso lavori che dimostrano che la ginnastica correttiva  abbinata al corsetto dà ottimi risultati  sia a medio che a lungo termine.

La ginnastica correttiva: quale significato nella medicina moderna?ultima modifica: 2011-02-06T16:05:00+01:00da scoliosi1
Reposta per primo quest’articolo